X
Informativa

Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti, per inviarti messaggi pubblicitari mirati e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
OK






Informazioni di base sulle linee di prodotti Fitomedical

Conservazione dei fitoderivati

Conservazione domestica dei fitoderivati
Il calore, la luce e l'ossigeno presente nell'aria possono alterare la qualità dei fitoderivati, inducendo modificazioni. Queste non necessariamente comportano trasformazioni evidenti alla vista, all'olfatto o al gusto, ma nel tempo compromettono comunque l'attività salutistica dei prodotti acquistati e, nel caso di alcuni oli essenziali, possono esacerbarne l'aggressività.
Per un'appropriata conservazione domestica dei fitoderivati è importante attenersi alle seguenti norme:
  • conservare i fitoderivati in luogo buio e fresco, lontano da fonti di calore e luce diretta (caloriferi, finestre, ecc.);
  • una volta utilizzate le confezioni, chiudere bene i flaconi dopo l'uso, soprattutto nel caso di estratti in forma liquida, molto sensibili al continuo contatto con "nuovo" ossigeno introdotto nel boccetto ad ogni apertura;
  • controllare le date di scadenza riportate sulle confezioni (vedi Durata dei fitoderivati).
Durata dei fitoderivati
Ogni referenza Fitomedical riporta sulla confezione informazioni che fanno riferimento al lotto, alla data di produzione e al termine di scadenza, riferito al prodotto integro.
A condizione che siano conservati in flacone ben chiuso e in ambiente buio e fresco, le Tinture Madri (TM, Macerati Idroalcolici da pianta fresca), i Meristemoderivati (Gemmoderivati, MG), gli Estratti Fluidi (EF) e gli Estratti Totali, le referenze della linea EIS (Estratti Integrali Sinergici), le tavolette della linea EST (Estratti Secchi in Tavolette) e i fialoidi della linea Triticum + Oligoelementi, hanno una durata di cinque anni dalla data di produzione.
Oltre tale termine non sono più commercializzabili ma, se integri e ben conservati, possono ancora essere utilizzati in tempi brevi, a differenza di quelli aperti dopo l'acquisto e in buona parte già consumati, che è consigliato scartare.
Particolare attenzione per una conservazione in condizioni opportune va posta a fitoderivati come oli essenziali e loro miscele, oli vegetali e oleoliti, particolarmente sensibili a calore, luce e ossigeno. La loro confezione non riporta scadenza, ma si raccomanda di consumarli possibilmente entro 12 mesi dall'apertura della confezione.
 
Durata delle preparazioni estemporanee
Qualunque modificazione delle condizioni degli estratti eseguita a livello domestico per il loro uso interno o esterno (diluizione in acqua, oli, oleoliti, bagnoschiuma disperdente, miscelazione in miele, creme, ecc.) ha solo carattere estemporaneo: la preparazione deve essere pertanto ripetuta ogni volta poco prima dell'impiego, e non riutilizzata in seguito.



news
corsi di aggiornamento
Nozioni base

Alcol

Conservazione dei fitoderivati

Caratteristiche degli estratti

Maltodestrine

Ogm

Oli essenziali (OE)

Oligoelementi (linea Triticum+)

Oli vegetali e oleoliti



cerca



Punti vendita


Seguici anche su Facebook